Durante l'ascolto di LEE

I mari sono stati il pilastro di grandi civiltà e l'origine di tutte le forme di vita. Molti vedono l'oceano una fonte di relax per i sensi, mentre altri trovano la loro vita traboccante e la biodiversità. Nei mari manifesta anche le grandi forze della natura. 

Ora, nel ventunesimo turno a loro per la loro inesauribile energia da sacche di gas e combustibili fossili alle energie pulite e rinnovabili come il vento, le onde, le maree, l'energia termica o come totalmente nuove forme quelli derivati da alghe in grado di produrre biocarburanti. L'uomo ritorna alla vita della madre nati di procedere. Tornò agli oceani               

                      Mare. Una risorsa finita? 

Il volume di acqua sembra incommensurabile e quindi risorse illimitate. E 'veramente brutale, anche se certamente limitata. Let's diventata un 'idea ... Se avessimo un cubo gigante-cisterna a forma di occupare tutta la penisola iberica, l'ordine di 1.110 miglia di lunghezza, e con un altezza identica di 1.110 km, non vi sarebbe bene per tutti i mari della terra! Questo ci dà un'idea della quantità di acqua selvaggia degli oceani. 

Un chilometro cubo di acqua è l'acqua che si inseriscano in un cubo da un lato chilometri: Un sacco di acqua naturalmente! Il numero 1110 a cubetti dà chilometri cubi di acqua con il mare. Moltiplicare per tre volte il 1110 e ottenere i quasi 1.400 milioni di chilometri cubi di acqua immagazzinata mari. E questa enormità di acqua si verificano gli eventi più incredibili della vita e della fisica. Il sole, la nostra stella termonucleare che producono acqua calda questa immensità di tutte le forme di derivati energetici.                        

                       Non l'energia rinnovabile 



Tutti sanno che le più grandi riserve di petrolio e gas sono sott'acqua. E poi per estrarre l'ingegno umano ha inventato strutture imponenti noto come piattaforme petrolifere. La prima data dal 1897 e lanciato in California. Essi non potrebbero operare nelle acque profonde oltre 100 metri di profondità, ma siamo riusciti a estrarre petrolio oggi nascosto più di 3 chilometri in profondità! 

Del petrolio e del gas cresce anche naturalmente dal fondo del mare alcuni difetti. Per esempio a Santa Barbara, in California, è emerso circa 150 milioni di barili e di metri cubi di gas che fuoriesce nell'atmosfera. Nel 1982, ha istituito due grandi "piramidi" di acciaio per la cattura e il canale è in distribuzione e consumo.  

Ci sono studi recenti che sottolineano l'interesse di grandi depositi di idrati di metano, come congelato nel fondo del mare. La parte più difficile è quello di fonderli per la rimozione di ciò che è ricercato da pompare acqua calda dalla superficie per estrarre il metano allo stato gassoso. Erano un impatto immediato ecologico di questi sistemi di estrazione, ma se è chiaro che il metano contribuisce negativamente per l'effetto serra, quindi sarà necessario indagare su altre fonti di energia alternative. Anche con tutte le riserve di metano sono brutali e l'ordine di 30 volte, tutto il gas naturale esistente! 

             Fonti energetiche rinnovabili in mare 

Per le rinnovabili devono capire quelli che non necessitano di milioni di anni per rigenerare di nuovo come con l'olio. Più il costo è di estrarre riserve di petrolio nel mondo, ricevendo una maggiore attenzione da fonti energetiche alternative. Ma per ora il prezzo delle energie rinnovabili è più costoso, e questa è l'unica ragione per la loro scarsa valorizzazione. Ci sono metodi per estrarre energia dal movimento delle onde, delle maree, il calore dal mare, o anche di biocarburanti.                         

               L'energia meccanica dal mare 
Gli oceani offrono enormi quantità di energia meccanica. Potete immaginare la quantità di motori elettrici necessari per simulare le onde dei mari del mondo? Bene che è l'energia che abbiamo a nostra disposizione, se impariamo ad estrarlo dalle onde. Già nel lame mulino medievale sono utilizzati in alcuni fiumi che ha energia da loro acque. Impianti di energia delle maree sono ora utilizzati per intercettare l'acqua in alto mare per passare più tardi durante la bassa marea attraverso le turbine. Il problema è il serbatoio d'acqua a bassa pressione con una goccia di quanto una decina di metri. La cosa importante è disporre il sequestro di grandi quantità di acqua ed è quindi alla ricerca di estuari, con aperture strette dove cancelli fabbricazione. Ma sono molto costosi, perché devono sopportare le tempeste e il mare inclemente fare progetti di esplorazione costosi. 
                

              L'energia delle correnti oceaniche 

Forti correnti oceaniche spostato un corpo brutale di acqua lungo molte coste continentali con velocità fino a 1 o 2 metri al secondo. E 'possibile estrarre una quantità enorme di energia da questo movimento turbine sottomarine che ruotano grazie alla forza di queste correnti. Gli ultimi sviluppi di ingegneria in grado di estrarre questa energia, se si sposta il flusso di oltre 1 metri al secondo. Per ogni metro quadrato di sezione è possibile estrarre l'ordine di 1 kW. Le correnti più forti, come il Golfo o l'Kuroshio spostato l'ordine di 80 milioni di metri cubi al secondo a una velocità media di circa 2 metri al secondo. E 'brutale la quantità di energia che trasportano. Lo Stretto di Gibilterra, il canale o le isole Curili sono punti che potrebbero risultare utili per l'installazione di impianti di potenza dalle correnti oceaniche. 

Ci sono molti altri progetti che cercano di estrarre energia dalle correnti oceaniche, se non a causa di maree, utilizzando dispositivi subacquei direttamente, dal modo di lavorare mulini a vento sotto l'acqua, rubando i flussi di energia. Il empresaEnergetech ha sviluppato diversi progetti di questo tipo in Australia e negli Stati Uniti. Inoltre sono stati realizzati impianti che estrarre l'energia cinetica delle onde attraverso gli alloggiamenti in cui l'onda entra e quindi comprimere l'aria all'interno del loro posto nel movimento di rotazione delle turbine eoliche, che a loro volta producono energia elettrica. 
                     

                       L'energia delle maree 
La bellezza di energia delle maree è del tutto prevedibile, è che a differenza di altri fenomeni fisici si manifesta nei mari. Le maree sono dovute all'attrazione della luna e il sole sul corpo di acqua durante la rotazione del nostro pianeta. La differenza di livello di marea tra il punto più basso e più alto si verifica due volte al giorno e in alcuni casi può raggiungere i 15 metri di altezza! Purtroppo per le energie rinnovabili, le forti maree può essere sfruttato con successo in circa 20 luoghi del nostro pianeta. Per l'energia delle maree per essere redditizia hai bisogno di una diga per permettere terreno acqua in qualche zona ristretta che la differenza di livello è di almeno 3 metri. 

Per il loro funzionamento, la costruzione di una diga con un passaggio stretto in cui è montata una turbina collegata meccanicamente ad un generatore elettrico. Quando la marea è al suo apice, si apre la porta per l'acqua a correre in movimento le pale della turbina. Una volta completo, una stretta e in attesa di bassa marea, in cui il tempo si riapre la porta per far uscire il serbatoio d'acqua che la turbina si muoverà nella direzione opposta, questa volta. L'energia delle maree di "Rance" in Francia produce l'energia elettrica necessaria per alimentare una popolazione di 240.000 abitazioni, che rappresentano un quinto della potenza generata da un impianto nucleare. 2TWh generare in totale circa un anno o 2 mille miliardi watt! Tale è il potere che può essere estratta dal mare al governo di Taiwan sta valutando l'installazione di generatori che sfruttano forte sottomarino Kuroshio di generare fino a 1,6 TWh all'anno.             

                    L'energia eolica e solare 
   

Sono ben noti nel nostro paese e non c'è nulla, ma di guardarsi attorno per trovare un allevamento di Saragozza forte vento. Un'altra passeggiata sulla N-VI da Madrid a La Coruna scopriamo strutture infinita afflitta da pannelli fotovoltaici per l'uso diretto dell'energia solare nella produzione di energia elettrica. Nel mare, a differenza del mondo, è necessario trovare un sito adatto per l'installazione di tali dispositivi e non ha bisogno di espropriare qualsiasi proprietari. 

Nel Mare del Nord e ci sono ampie strutture per lo sfruttamento dell'energia eolica. La Danimarca ha inoltre installato un grande parco eolico di 200 MW in mare, di 2.500 turbine eoliche, fornendo fino a 8% di tutta l'elettricità consumata in Danimarca nel 2008. La superficie del mare riflette l'anno in ogni miglio quadrato tutta l'energia di 7.000 barili di petrolio. 
        

In Danimarca, l'8% dell'energia consumata proviene da un impianto enorme produzione elettrica che utilizza centinaia di mulini a vento. 

Correttamente estrarre energia dal vento che soffia necessari ad una velocità di almeno 3 o 4 metri al secondo. L'energia che si estrae brutalmente cresce con la velocità del vento, perché l'energia trasportata dagli aumenti di energia eolica con il cubo della velocità della massa d'aria. In alcuni luoghi, in California, dove la velocità media del vento raggiunge circa 13 metri al secondo per almeno 5.000 ore all'anno, e ci sono alcune piante potente energia eolica. In futuro si potrebbe installare generatori in impianti di mare in grado di produrre l'idrogeno potrebbe essere trasportati a terra per il carburante.                  

               L'energia meccanica delle onde 
Questi dispositivi ingegnosi disponibile per convertire l'energia meccanica delle onde in energia elettrica. Le onde spostare grandi quantità di energia cinetica attraverso i mari, e di rimuovere i dispositivi sono utilizzati in base al movimento di boe o vesciche flessibile che, quando è compresso con l'impatto di un onda di pressione prodotta in una sacca d'aria in grado di spostare un turbine eoliche. Ci sono molti dispositivi inventato e che ogni volta che consente in modo più efficiente estrarre energia dal moto ondoso. In Norvegia è un impianto che produce 850 kW di movimento delle onde. 

Ecco come il progetto che ha OceanLinx turbine con pale a passo variabile per ottimizzare la produzione di energia nel getto di aria compressa. Ogni impianto è in grado di produrre chilowatt per una città di fino a 1.500 abitazioni. Ci sono altri progetti di grande interesse per estrarre energia dalle onde da boe che salgono e scendono con le onde, cavi e dispositivi in grado di spostare alternatori e dinamo. 
                   

Passa l'onda, la scheda float gira comune che collega tutti i carri, questo pompe un movimento fluido in un circuito chiuso che si muoverà la turbina. I rendimenti flottante alla sua posizione originale a causa del proprio peso. Nel 1978 ha lanciato questo dispositivo di 50 metri di lunghezza in grado di produrre 10 kW. 
                     
Il sistema denominato "Molluschi" lavora con una certa somiglianza con il loro modo di fare gli organi di una cozza. Ci sono due telecamere collegate a uno dei quali è rigida e l'altra costituita da una vescica flessibile. Quando l'onda colpisce, della vescica e produce una pressione aria compressa viene trasmesso alla camera rigida. La pressione dell'aria è ciò che spinge una turbina.

                             Energia termica 

Non stiamo parlando di energia solare, ma l'energia come calore immagazzinato nella propria temperatura del corpo enorme di acqua dei mari. La temperatura dell'acqua può essere sfruttata se abbiamo un altro corpo di acqua a diverse temperature, come sempre accade negli strati più profondi di acqua più di un chilometro dalla superficie. Questa differenza esiste perché il sole l'acqua sempre calda solo lo strato superficiale. La differenza è massima ai tropici, dove il sole riscalda la forza, mentre ancora molto freddo strati profondi. Per il processo di generazione di energia è necessario pagare una differenza di circa 25 gradi. Come nei mari tropicali si trova a 30 gradi, si pompa acqua fredda per la superficie inferiore a 5 gradi centigradi. La cosa importante è di ridurre al minimo tale distanza per ridurre le perdite e ottenere una buona efficienza. 

L'ingegnere francese Jacques D'Arsonval nel 1881 e prevede la possibilità di estrarre energia dal mare da questo sistema, un allievo Georges Claude a Cuba nel 1930, montato la prima centrale che estratti da questo sistema e in grado di produrre 22 kilowatt. Sistemi OTEC (Ocean Thermal Energy Conversion) possono operare in base a principi diversi che coinvolgono un gas che evapora a circa 30 gradi e fonde a 5 gradi, che circola in un circuito chiuso tanto non come un frigorifero. Il principio di funzionamento è davvero l'inverso dei frigoriferi nelle nostre case. L'acqua calda dalla superficie del mare evapora il gas (ammoniaca) un aumento del volume a circuito chiuso con una crescente pressione e unità meccanicamente una turbina collegata ad un generatore elettrico. Il gas e senza pressioni e quindi l'energia viene condotta attraverso i tubi in profondità per raffreddare e condensare indietro nel liquido di risalire verso la superficie e ripetere il processo di estrazione di energia elettrica. Ci sono altri sistemi di loop curiosi aperto dove il mare si inizia a bollire a 35 gradi. È sufficiente a ridurre la pressione del sistema a una frazione della pressione atmosferica. 

In Hawaii è stato montato nel 1974 la centrale secondo uno schema OTEC. Il principio di funzionamento tipiche di una centrale elettrica OTEC si basa sulla condensazione ed evaporazione di un gas refrigerante come le pompe di calore condizionatori d'aria. 
  
             

L'energia termica di acqua può essere sfruttata anche nelle zone artiche della Russia. Nel 1982 Arch è stato messo in un nuovo sistema con gas Freon che circolano in un "anello" che sfrutta il calore del ciclo di gas con un ingegnoso sistema di ionizzazione elettrica. 
 
                        

                                      Biodiesel 

Si tratta di ottenere oli a bassa viscosità, derivati da alghe e può essere bruciato in motori a combustione. Attualmente ottenuti da altre colture quali il mais o di palma, che causa gravi problemi ambientali. Così è studiato con grande intensità per realizzare composti estratti usato come biocarburante da vari tipi di alghe. Il potenziale di produzione di alghe marine generazione di biocarburanti è enorme e una volta raggiunto la tecnologia per produrre biodiesel in modo efficace, è più che probabile di porre fine una volta per tutte, con la dipendenza energetica dal petrolio. 
         

Biomassa marina contiene una quantità enorme di energia. Per la produzione di biodiesel, sono fermentati in ambiente anaerobico dei carboidrati di alghe per la produzione di alcoli e gas come il metano. Uno dei più promettenti alghe Chlorella è coltivato in grandi contenitori a galla. Questi depositi sono effettuati di agire come vassoi di polietilene sole riscaldata rapida crescita di queste alghe che poi fermentare per produrre il biocarburante.  

                       L'impatto ecologico 

Ogni sistema ha un impatto su entrambi ecologia e impatto ecologico deve essere analizzato. Per esempio, se si chiude una baia con una diga per produrre una energia delle maree, stiamo distruggendo la fauna che abita il luogo. I generatori possono alterare la vita sottomarina marino e dovrebbe essere considerato il pericolo delle pale girare subacquea. Segherie producono rumore e vibrazioni in ambiente. 
Parallelamente alla difficoltà di produzione di energia ottimizzazione, è il problema della distribuzione di energia ottenuta. E 'lo stesso trasferimento di energia elettrica di un impianto su un terreno che a una funzione in un ambiente marino. Più il centrale al suo centro l'uso migliore dei consumatori di energia, come durante il trasporto perso una parte importante di questa energia. Non sempre è possibile consumare nei pressi del luogo di produzione, soprattutto se la pianta è in mare.

d.write('')})();